Paraloid® B72 Visualizza ingrandito

Paraloid® B72

Nuovo prodotto

Resina acrilica a base di etil-metacrilato con ottime caratteristiche di durezza, brillantezza e adesione su più svariati supporti.

Utilizzato nel restauro per il consolidamento e protezione di opere d’arte in legno, marmo, pietra, metallo, ecc.

Maggiori dettagli

Condividi questo prodotto

7,85 € tasse incl.

  • 250 gr.
  • 500 gr.
  • 1 kg.
  • 4 kg.

Dettagli

Trattando il manufatto in legno con Paraloid B72 si riducono le microporosità consolidando e limitando l’assorbimento dell’acqua in superfice e in profondità.

Inoltre essendo una resina trasparente non cambia l’effetto cromatico, molto stabile e flessibile.

Viene utilizzato anche come adesivo per vetro e ceramica.

Modalità d’uso del Paraloid B72:

Il Paraloid B72 ha l’aspetto di solide gocce trasparenti e dovrà essere fatto sciogliere in esteri, chetoni, idrocarburi aromatici, idrocarburi clorurati (i più utilizzati sono acetone, diluente nitro).

Solubile anche in acetato di etile, acetato di butile, solventi aromatici (toluolo, xilolo), metiletilchetone, metil pirrolidone. Insolubile in acqua, solventi alifatici (ligroina, white spirit), essenza di trementina, alcole isopropilico. Poco solubile in alcole etilico.

La sua applicazione potrà essere fatta con pennello, iniezione o immersione. Se si vuole ottenere un consolidamento in profondità la soluzione migliore è senz’altro per immersione.

Per quanto riguarda il consolidamento del legno le percentuali di prodotto sciolto in solvente va dal 5% al 15%, dipende dal tipo di solvente utilizzato e soprattutto dal tipo di supporto trattato. Per quanto riguarda il consolidamento delle pitture murali le percentuali vanno dal 1% al 5%.

Per eliminare l'eventuale resina in superficie si consiglia sempre di passare del solvente puro subito dopo l'applicazione, prima dell'essiccazione. Questo riduce il rischio di formazione di pellicola e di effetti di lucido.

Il trattamento di consolidamento ha le seguenti funzioni:

  • riduce le microporosità e riduzione del volume delle porosità più grossolane rendendo l'oggetto più compatto e meno friabile;
  • evita la trasformazione del carbonato di calcio (duro e compatto) a solfato di calcio (friabile) per azione dell'anidride solforosa presente nell'aria;
  • riduce l'assorbimento d'acqua sia in superficie che in profondità pur lasciando inalterato, in termini di colore, opacità, l'aspetto finale dell'oggetto trattato.

L’elevata resistenza ai raggi ultravioletti e all’ingiallimento del Paraloid B72 conferiscono ai supporti trattati un’eccezionale resistenza nel tempo. Resistente agli acidi principali, alcali, lubrificanti e detersivi in genere.

Sciolto si conserva senza problemi tenendo il contenitore ben chiuso.

 Principali campi di utilizzo:

  • Legno
  • Pitture murali
  • Pitture ad olio
  • Ceramica/vetro come adesivo
  • Marmo
  • Fissativo per disegni con applicazione spray (matita, gessetto, carboncino, pastello).

Tutte le informazioni non riportate in questa pagina descrittiva si possono trovare nella scheda tecnica scaricabile liberamente dal presente sito, la scheda di sicurezza sarà inviata su richiesta.

CONSOLIDANTE.

Con il termine consolidante si intende una sostanza che conferisce resistenza al legno debilitato dal tempo, umidità, tarli, ecc. 

I consolidanti per il legno utilizzati nel restauro si possono dividere in naturali o sintetici, penetrando nel legno e solidificandosi all'interno conferiscono consistenza al legno stesso. Prima di decidere la tipologia di consolidante da utilizzare bisogna fare un'attenta valutazione sui danni che potrebbe causare al legno (alcuni possono interagire con il legno creando delle tensioni interne portando la conseguente deformazione e addirittura delle rotture). 

Le colle animali sono costituite principalmente da collagene (proteina animale) e sono principalmente la colla d'ossa (detta anche colla forte) oppure la colla di coniglio e possono portare umidità all'interno del legno perché prima dell'asciugatura contengono acqua. 

Le resine sintetiche (resine termoindurenti) come il Paraloid B72 vengono sciolte in esteri, chetoni, idrocarburi aromatici, idrocarburi clorurati che evaporando all'interno del legno creano del calore portando alterazioni cromatiche al mobile o al legno in genere. Inoltre alcune resine sintetiche possono dare una brillantezza antiestetica. 

Caratteristiche fondamentali di un consolidante nel restauro sono l'alta penetrabilità nelle fibre del legno, la reversibilità, elasticità (per seguire i movimenti del legno). Bisogna comunque dire che nel caso di un mobile antico diventa difficile riportare il legno allo stato originario dopo il trattamento di consolidamento, quindi si tratta di una operazione irreversibile. Per questo motivo la scelta del consolidante, la percentuale di utilizzo e la tipologia di solvente da utilizzare è indispensabile per la buona riuscita di un restauro conservativo.  

Valutiamo ora le diverse tipologie di consolidanti per il legno (i più utilizzati per la loro sperimentazione nel tempo):

Colle animali.

Inconvenienti principali delle colle animali sono legati alla presenza di acqua nella loro preparazione, la presenza di acqua come veicolante delle colle animali potrebbe portare al legno delle contrazioni provocando delle distorsioni e creando un'ambiente propizio per lo sviluppo di microorganismi dannosi. Fattori positivi delle colle animali sono la loro tossicità nulla (sono completamente naturali) e sono molto elastiche adattandosi al movimento del legno. Per quanto riguarda la cera d'api bisogna dire che il suo utilizzo nel consolidamento deve essere sciolta a caldo e utilizzata per iniezione oppure immersione; può essere sciolta in solvente (essenza di trementina), di origine naturale (prodotta dalle api negli alveari), molto stabile nel tempo e molto stabile ai cambiamenti di temperatura e umidità (evitando contrazioni e rotture). Di contro è poco penetrante nel legno e attira la polvere.

Consolidanti sintetici.

Il Paraloid B72 è forse la resina acrilica più utilizzata per il consolidamento del legno, deve essere sciolta in specifici solventi. I suoi principali vantaggi sono la durabilità nel tempo, elasticità e non attrae la polvere. Per quanto riguarda gli svantaggi conferisce un aspetto plastico (soprattutto se utilizzato in quantità eccessive). 

L'Acetato di polivinile (PVA) è una resina acrilica utilizzata in soluzione di solventi organici (acetone, toluente, ecc.) o in emulsioni acquose. Principali vantaggi sono l'alto potere penetrante nel legno e non produce pericolose contrazioni. Svantaggio principale è che con il tempo diventa molto rigida e può variare l'aspetto dell'oggetto trattato. Inoltre se utilizzate in soluzioni acquose possono portare all'interno del legno l'umidità e non può essere miscelata con resine acriliche. 

Le Resine epossidiche sono delle resine che induriscono a temperatura ambiente con l'ausilio di un catalizzatore, caratteristica intrinseca di questa tipologia di resina è di liberare calore in fase di catalisi trasmettendolo anche al legno. Conferiscono grande resistenza al materiale a cui vengono applicate, non si contraggono in fase di catalisi/asciugatura, ideali per il consolidamento di parti strutturali del mobile perché molto resistenti. Svantaggi principali sono rilasciare calore all'interno del legno, ingialliscono nel tempo cambiando la tonalità del legno, contengono ammine e vengono intaccate dall'umidità. 

La Cera Polietilenglicolica è un polimero di glicole etilenico utilizzato per il consolidamento del legno saturo di acqua perché è solubile in questo solvente. Utilizzata anche nel restauro del cuoio. 

Recensioni

Ancora nessuna recensione da parte degli utenti.

Scrivi la tua recensione

Paraloid® B72

Paraloid® B72

Resina acrilica a base di etil-metacrilato con ottime caratteristiche di durezza, brillantezza e adesione su più svariati supporti.

Utilizzato nel restauro per il consolidamento e protezione di opere d’arte in legno, marmo, pietra, metallo, ecc.

Scrivi la tua recensione

Accessori

Scarica